Godersi l’estate, il sole e abbronzatura senza dover rinunciare a qualche trattamento al viso per sentirsi sempre bella e radiosa è possibile? I raggi solari, si sa, rendono la pelle più sensibile e porterebbero con sé fastidiose controindicazioni. Ecco quindi una piccola guida per capire quali trattamenti si possono fare e quali no.

Trattamenti da EVITARE:

  • Laser e la luce pulsata: tutti gli esperti sconsigliano questi trattamenti perché uniti all’esposizione diretta al sole aumenterebbero il rischio di possibili comparse di bruciature, irritazioni o macchie.
  • Peeling chimico: l’esfoliazione di questa procedura provoca arrossamenti e infiammazioni, per cui aumenta il rischio di iper-pigmentazioni e la conseguente formazione di macchie sulla pelle.

Trattamenti POSSIBILI:

  • Radiofrequenza: lavorando ad un livello superficiale, e anche con laser frazionati non ablativi per il viso, risulta essere un buon alleato anche in estate per migliorare qualità e tono della pelle. Ma c’è di più! Ottimo per contrastare inestetismi della cellulite e smagliature, ti aiuterà a sentirti a tuo agio anche in costume!
  • Biorivitalizzazione: nonostante provochi un arrossamento momentaneo, questo non influisce sulla sensibilità della pelle ai raggi solari. Può essere effettuato su viso, collo, décolléte e mani che, essendo fra le zone più esposte al sole, corrono un alto rischio di disidratazione.
  • Botulino e Filler: anch’essi possono essere eseguiti senza alcun pericolo e hanno lo scopo di ringiovanire la pelle del viso. L’idratazione permessa dall’ acido ialuronico, infatti, aiuta a risolvere le rughette superficiali provocate dall’esposizione solare e ne contrasta la formazione di nuove.