Una delle nail artist più nota al mondo, la giapponese Mei Kawajiri, ha dato vita ad una creazione in fortissima ascesa negli ultimi mesi del 2019: si tratta delle Cammeo Nails.
L’artista, residente a New York, ha realizzato una manicure in 3D (quasi fosse un’orafa) per le unghie delle modelle della sfilata Primavera/Estate 2020 di Marc Jacobs.

La caratteristica principale di questo particolare lavoro sta nel replicare sulla punta delle dita una lavorazione di gemme preziose, pratica già risalente all’epoca etrusca ed ellenistica. Nel Rinascimento ha raggiunto il suo picco, per poi perdere di rilevanza nel XVIII° secolo. Alcuni di questi esemplari sono impreziositi con materiali pregiati e sono presenti nelle collezioni medicee o conservati nei più importanti musei del mondo.

La sua lavorazione è sempre stata artigianale. Scelta la conchiglia adatta all’incisione, avviene la scoppatura, ovvero il taglio della sua parte più convessa (la “coppa”). Successivamente si passa alla segnatura e alla sagomatura del pezzo tagliato, mentre all’interno della coppa stessa si tracciano i contorni delle figure da ricavare. Infine, l’aggarbatura è il processo che dà la forma voluta al gioiello.

Nella Cammeo Nail Arti, di norma, la base di ogni unghia è costituita da colori pastello, uno diverso per ogni unghia.